Home arrow Centro Revisioni arrow Revisione Auto
Revisione Auto
I controlli sui veicoli da sottoporre a revisione
Le prove alle quali devono essere sottoposti i veicoli in sede di revisione sono dettagliatamente elencate nell'Allegato II al Decreto 408/98 del Ministero dei Trasporti. In sintesi riguardano:

1 - DISPOSITIVI DI FRENATURA
Controllo freno di servizio (stato generale, efficienza, equilibratura), freno di soccorso, freno di stazionamento (stato meccanico, efficienza); usura di dischi e tasselli.

2 - STERZO
Stato meccanico, gioco dello sterzo, fissaggio del sistema, tiranteria e snodi, idroguida/servosterzo, cuscinetti ruote.

3 - VISIBILITA'
I cristalli, oltre che essere omologati e conformi, devono essere integri e privi di difetti (bolle), la visibilità non deve essere ostruita da adesivi o simili. I dispositivi di pulizia (spazzole, motorino lavavetro e tergicristallo) devono funzionare a dovere. I dispositivi antiappannamento (ventilazione interna e sbrinamento) devono funzionare.

4 - IMPIANTO ELETTRICO
Proiettori abbaglianti e anabbaglianti (omologazione, efficienza, commutazione, orientamento) luci di posizione, luci di arresto, indicatori di direzione, fendinebbia, luci targa, luci retromarcia, spie cruscotto.

5 - ASSI, RUOTE, PNEUMATICI, SOSPENSIONI (05)
Controllo assi, bracci, cerchi, molle, ammortizzatori, pneumatici (dimensioni, indice di carico, efficienza).

6 - SCOCCA-TELAIO-CARROZZERIA
Viene controllato lo stato generale e la conformità all'omologazione della carrozzeria, masse, fondi, serbatoio e tubi carburante, numero di sedili, gancio traino, impianti di alimentazione a G.P.L. o metano, porte e serrature, attacchi sospensioni, dispositivo paraincastro posteriore, corretto fissaggio della marmitta.

7 - EQUIPAGGIAMENTI
Fissaggio sedili e volante; efficienza di contachilometri, avvisatore acustico, triangolo, fissaggio batteria, comandi elettrici e pedaliera, ruota di scorta, adattamenti per handicappati, cinture di sicurezza (per questi ultimi viene controllata anche l'omologazione). N. B. La direzione generale della M.C.T.C. ha ribadito con la circolare del 22/06/2000 che le cinture di sicurezza sono obbligatorie anche per i posti posteriori per tutti i veicoli della categoria M1 (autovetture, ecc.) immatricolati a far data dal 15 giugno 1976 se provvisti degli specifici punti di attacco.

8 - EFFETTI NOCIVI
Controllo del vano motore: trafilaggi, perdite e gocciolamenti di trasmissione (giunti omocinetici, cuffie, differenziale) e sistema di raffreddamento (radiatore, tubazioni); efficienza di silenziatore e catalizzatore/retrofit, controllo emissioni gas o fumi di scarico. N. B.: Per questo tipo di problemi il veicolo deve essere "Sospeso dalla circolazione".

9 - IDENTIFICAZIONE VEICOLO
numero di telaio (leggibilità) - targa (integrità, riflettenza) - tipo motore Talvolta capita che si verifichino problemi all'atto del controllo del numero di telaio, per errori di trascrizione sulla Carta di Circolazione, per punzonature errate all'origine o per corrosione che rende illeggibili i numeri; le targhe devono essere originali, sia anteriore che posteriore, integre e in grado di riflettere.
Per problemi di questo tipo la revisione non può essere effettuata. E' necessario: ripunzonare il numero di telaio in caso di numero illeggibile per corrosione;
effettuare una correzione sulla Carta di Circolazione in caso di errori di trascrizione; ritargare il veicolo (reimmatricolazione);
Questo tipo di operazioni può essere effettuato solo presso gli uffici della locale M.C.T.C. I numeri fra parentesi indicano il codice dell'eventuale motivo di revisione "Ripetere”.
 
< Prec.   Pros. >